Attenzione alla truffa con PayPal quando vendete i vostri articoli su tutti.ch - Hack Mur@Z

Breaking

venerdì, novembre 22, 2019

Attenzione alla truffa con PayPal quando vendete i vostri articoli su tutti.ch


PayPal si impegna a prevenire le frodi, ma ogni transazione online può sempre comportare qualche rischio. Ecco perché è importante che sappiate come questi criminali informatici/truffatori agiscono.

Nei giorni scorsi son stato contattato da un amico, il quale ha messo in vendita un oggetto che non usava più su tutti.ch ( noto mercatino online utilizzato in tutta la Svizzera)

Mi ha contattato perché aveva una sensazione strana quando ha ricevuto una delle prime offerte. Un acquirente interessato al suo prodotto, che lo ha contattato in Tedesco, voleva concludere l' affare ma con una condizione: Il mio amico doveva accettare il pagamento mediante versamento PayPal.

Poche settimane dopo è capitata la stessa identica cosa ad un mio collega, questa volta ho deciso di fare un po di chiarezza e approfondire il metodo utilizzato da questo nuovo sistema utilizzato, per capirne lo scopo e capire in che modo potevano truffare un venditore privato, proponendo un pagamento con PayPal del articolo interessato... Dopo un po di ricerche e test, ecco qua quello che è uno dei sistemi più utilizzati da questi truffatori....vi spiego come funziona.

Situazione:
Paolo ha una console di gioco, che non utilizza più. È abbandonata in casa da diverso tempo, inutilizzata, ma in perfette condizioni e funzionante.

Decide quindi di fare un paio di foto alla sua console e pubblicare un annuncio su tutti.ch per provare a venderla ad un prezzo onesto, visto il funzionamento corretto dell apparecchio e senza segni di usura... ora che l' annuncio è pubblicato non resta che attendere il contatto di un acquirente!

Poche ore dopo l' inserimento dell' annuncio Paolo riceve un SMS in Tedesco, dove una persona dice di essere seriamente interessato alla sua console. La quale sarebbe anche disposta ad effettuare subito il pagamento, se lui accetta PayPal come metodo di pagamento ed è d' accordo di spedire la console all'indirizzo del acquirente. (spese di spedizione pagate dal acquirente, assicura!)


Paolo a questo punto in dubbio sul da farsi mi contatta e chiede: "che fare?"

il mio consiglio, bloccare il contatto e ignorare la persona. Ma perchè? Perchè è una truffa...la truffa con PayPal!


Il finto interessato, convince le sue vittime ad accettare PayPal, per ricevere il pagamento e chiede di inviare il pacco ad un indirizzo falso.

Quello che succede sembra quasi una scena da film, ma è realtà!

Una volta che la vittima, accetta di farsi pagare con PayPal, riceve un indirizzo di spedizione falso, dove spedire il pacco.

Non appena l' acquirente riceve il numero di tracking del pacco attende e segue il percorso del pacco, fino al punto dove, chiaramente, il corriere non sarà in grado di consegnare il pacco a destinazione.

Ebbene sì, dopo che un corriere prova a consegnare il pacco ma non vi è possibilità di recapitarlo, per falso indirizzo, il pacco viene marcato nel sistema di tracking come: NON RECAPITATO / IMPOSSIBILE CONSEGNARE...ecco che ora subentra la truffa.

L'acquirente a questo punto con attestazione ufficiale del corriere, dove viene detto che non è possibile recapitare il pacco contatta il supporto di PayPal, per chiederne il risarcimento, fornendo anche il documento/mail che attesta la sua tesi, il suo pacco non è stato consegnato e rivuole i soldi...

...mentre dall' altra parte ha già contattato l' azienda di spedizioni per chiedere la consegna ad un nuovo indirizzo. Visto l' errore nell'indicazione dell'indirizzo sbagliato, la compagnia quindi consegna il pacco al truffatore, mentre lui attende il risarcimento da parte di PayPal.
Console ricevuta e Risarcimento anche....ecco che lo sfortunato Paolo oltre il tempo perso è stato truffato, i soldi non li ha ricevuti e la console ormai non è più rintracciabile.


Ci tengo a precisare che ci sono altre tecniche di truffa che sfruttano un meccanismo simile. Lo scopo di questo articolo non è quello di diffamare i siti che offrono la possibilità di mettere in vendita i propri beni, ne tanto meno criticare l' operato dei corrieri... Ritengo importante sensibilizzare i lettori del mio blog su quanto accade, in fondo a tutti noi è capitato almeno una volta di voler vender qualcosa che non ci serve più....

Saluti
Mur@z